Elettricista

Sentirsi sicuri in casa e proteggere beni e persone è una priorità. Così come per il 2017, anche nel 2018 è possibile usufruire del Bonus Sicurezza 2018 per acquistare e installare sistemi antifurto e di videosorveglianza, per garantire la sicurezza fisica della casa e delle persone. 

Sono diversi gli interventi che fanno parte delle spese detraibili: i sistemi anti-intrusione e di videosorveglianza a circuito chiuso collegati con i centri di vigilanza privata. Sono incluse altre spese tra cui i costi di progettazione e di prestazioni professionali connesse, perizie, sopralluoghi e le spese per la messa a norma degli impianti elettrici perché rientrano nelle detrazioni relative alle ristrutturazioni edilizie.

Ecco un elenco delle spese che rientrano nel bonus sicurezza 2018:

  • Grate, porte blindate o rinforzate
  • Installazione di rilevatori di apertura e di effrazioni sui serramenti
  • Vetri antisfondamento
  • Telecamere a circuito chiuso collegate con centri di vigilanza privata
  • Apparecchi rilevatori di prevenzione antifurto e le relative centraline
  • Tapparelle metalliche con blocchi
  • Rafforzamento, sostituzione o installazione di recinzioni o cancellate

Per poter usufruire del Bonus Sicurezza 2018, è fondamentale che l’impianto venga installato da un professionista del settore, il quale deve poi rilasciare la tutta la documentazione necessaria, attestante l’intervento eseguito.

Un altro aspetto necessario al fine di ottenere la detrazione che ci spetta è il metodo di pagamento: questo infatti va effettuato esclusivamente tramite bonifico, con la causale del versamento, il codice fiscale di chi usufruisce della detrazione e codice fiscale/partita IVA dell’impresa che ha svolto il lavoro.

Il Bonus Sicurezza 2018 è usufruibile dalle persone fisiche, che abbiano un diritto reale sull'immobile e gli inquilini che hanno in comodato d’uso l’immobile, i titolari di partita IVA e le associazioni no profit. Inoltre, i sistemi anti-intrusione e di video sorveglianza godono in parte dell’IVA agevolata al 10%, applicata ad una parte dei costi - relativi alla differenza tra il costo totale e le spese per il bene -. Sulla spesa restante si applica l’IVA al 22%.

Cosa aspetti? Richiedi subito il tuo preventivo gratuito ai nostri elettricisti!

Condividi l'articolo