Elettricista

Scipione”, “Caronte” o “Lucifero” sono tutti sinonimi di “caldo africano”, con le temperature che si impennano tanto da meritarsi questi nomi mitologici. La strategia più comune per difendersi dal caldo è quella di installare un climatizzatore. Per una resa ottimale dell’impianto però, sono necessari altri accorgimenti che contribuiscono a rinfrescare l’ambiente e a ridurre i consumi e di conseguenza i costi. 

Ecco qualche consiglio per difendersi dal caldo, senza dover pagare bollette esageratamente care.

Il primo accorgimento da adottare è sicuramente quello di ridurre le fonti di calore all'interno della casa. Per esempio, in estate è indicato ridurre l’utilizzo del forno in cucina oppure sostituire le lampade e lampadine tradizionali con lampade ad alto rendimento (anche più ecologiche). Un consiglio: posizionare gli elettrodomestici a 5/10 cm dalle pareti favorisce il circolo d’aria, riducendo notevolmente la produzione di calore.

Se possibile, è consigliabile isolarsi adottando quelle misure che possono proteggere la casa da fonti di calore esterne, attraverso l’isolamento delle pareti, finestre schermate e riflettenti, infissi nuovi e doppi vetri oppure anche attraverso la scelta di colori chiari per i tetti e le pareti. Questo comporta un investimento notevole, ma che è possibile detrarre in una buona percentuale grazie agli incentivi fiscali. La spesa iniziale si ammortizza negli anni grazie al risparmio sulle bollette.

Un altro accorgimento che contribuisce a difendersi dal caldo è circondare l’abitazione di piante e alberi. Questa semplice accortezza riduce la temperatura di 2°/3°C, mentre circondarsi da un prato rispetto all'asfalto raffredda il terreno di 6°/8°C. 

Se si decide di installare un climatizzatore, bisogna considerare alcuni aspetti. Il primo è la classe energetica: scegliendo un apparecchio ad alta efficienza energetica, si può risparmiare oltre il 30% in bolletta, a fronte di una spesa iniziale un po’ più elevata ma velocemente ammortizzabile. Inoltre, il dispositivo deve essere delle dimensioni adeguate all'ambiente in cui viene installato. Un impianto troppo piccolo non rinfresca l’ambiente a sufficienza e consuma eccessivamente energia.

Prima di montare il climatizzatore, bisogna sapere che: 

  1. Gli split non devono essere esposti ai raggi diretti del sole, perché diminuiscono l’efficienza dell’intero impianto.
  2. Gli split vanno collocati nella parte alta delle pareti, perché l’aria fredda tende ad andare verso il basso mentre quella calda, più leggera, verso l’alto. In questo modo, si rinfresca in maniera ottimale l’ambiente circostante.

Una volta scelto ed installato il climatizzatore, bisogna impostare la temperatura desiderata per la casa per difendersi dal caldo. Un consiglio: non superare i 6°/7°C di differenza tra temperatura esterna ed interna per evitare di sprecare energia e non sottoporre il corpo a sbalzi termici, non salutari.


Se vuoi installare un climatizzatore o fare la manutenzione necessaria, contatta Famforce: in poco tempo verrai contattato direttamente dai migliori professionisti della tua zona, che ti forniranno gratuitamente il preventivo richiesto.


Condividi l'articolo