Imbianchino

Imbiancare casa a volte risulta essere un'impresa a tutti gli effetti. Proprio per questo, il primo consiglio è sicuramente di rivolgersi ad un bravo imbianchino: infatti, può indirizzare correttamente sia sulla scelta del colore, sia sulla tipologia di pittura più adatta all'abitazione dove si vuole intervenire.

Se si vuole imbiancare casa bisogna considerare principalmente 3 fattori: tecniche e colori, il budget e la stagione. Un bravo imbianchino può consigliare quale colore e quale tecnica di pittura si integrano meglio all'ambiente, alla pavimentazione e alla mobilia presente. Ogni 3 o 4 anni sarebbe preferibile imbiancare casa. I periodi migliori dell’anno per imbiancare sono le stagioni caldeprimavera o estate – perché permettono alla pittura di asciugarsi più velocemente e il lavoro finale risulterà migliore, perché la temperatura più elevata permette al colore di aderire meglio alla parete.

Per ogni necessità, si può trovare un diverso tipo di pittura. Per esempio, ci sono le pitture traspiranti, adatte agli ambenti umidi, come il bagno o anche la cucina, in cui si può trovare molto più vapore acqueo rispetto alle altre stanze. Imbiancare i muri di casa con questa particolare pittura, permette al muro di “respirare”, ovvero di lasciar passare l’aria e la condensa, senza creare accumuli che potrebbero provocare inconvenienti poco piacevoli, come la formazione di muffe.

Se invece, la parete o l’ambiente da imbiancare è delicato e si sporca facilmente – come il piano cottura o le stanze dove giocano i bambini – è consigliabile utilizzare una pittura con smalto naturale: questa tipologia di colore non teme l’acqua, pertanto la si può lavare con una spugna bagnata, per rimuovere lo sporco. Le pitture lavabili, invece, sono resistenti solo all'abrasione a secco; pertanto non possono essere pulite o lavate con spugne bagnate, perché si potrebbe danneggiare la pittura.

Se ci sono delle stanze in cui si forma della muffa a causa della condensa, allora è consigliabile usare la pittura antimuffa per imbiancare casa. La particolarità è proprio nella formula chimica della pittura, che impedisce lo sbalzo termico che fa formare la condensa tra aria calda e pareti fredde, mantenendo queste ad una temperatura più calda.

Dopo aver valutato, insieme all'imbianchino la tipologia di pittura adatta per imbiancare casa, si passa alla scelta del colore. Il consiglio è di valutare, oltre ai propri gusti personali, anche i fattori legati ai vari ambienti da tinteggiare: bisogna valutare l’illuminazione naturale e anche quella artificiale, e la funzione principale delle varie stanze. I colori possono essere usati per ottenere effetti diversi: dare luminosità, aumentare visivamente gli spazi, dare energia o rilassare, personalizzare e arredare gli ambienti.

Tra le tecniche decorative più utilizzate c’è la cosiddetta “spugnatura”, imbiancatura eseguita con una spugna. A seconda della spugna usata, sintetica o naturale, si ottiene un effetto finale diverso. Il consiglio è di fare molta attenzione al colore scelto: se si opta per tinte vivaci o troppo scure, l’effetto finale è molto marcato. Questa tecnica è adatta a case minimal, con pochi elementi di arredo. Un’altra tecnica molto usata per imbiancare casa è lo spatolato: si ottengono delle pareti lucide e lisce al tatto, con un effetto molto simile al "marmorino".


Richiedi subito il tuo preventivo gratuito per imbiancare casa! In pochi clic, puoi ottenere fino a 5 proposte dai migliori imbianchini presenti in zona.

Condividi l'articolo