Elettricista

L’estate ormai è alle porte e i primi caldi sono già arrivati. Ecco quindi che nelle case si riaccendono i climatizzatori: non basta però rimetterli semplicemente in funzione, perché dopo essere rimasti fermi per una stagione intera necessitano di un po’ di manutenzione

La manutenzione del climatizzatore permette di mantenere l’aria pulita e priva di odori, grazie alla rimozione di sporco e batteri dai filtri. Oltre a migliorare l’aria, la pulizia del climatizzatore permette un minor consumo di energia elettrica.

Quando e ogni quanto fare la manutenzione del climatizzatore

La pulizia principale del climatizzatore sarebbe da fare a fine stagione, tra settembre e ottobre, in modo che lo sporco accumulato nei mesi estivi di utilizzo non si incrosti nell'apparecchio durante l’inverno. Però, quando si riprende ad utilizzare l’apparecchio, tra maggio e giugno, è opportuno fare sempre un po’ di manutenzione. Prima di fare qualsiasi tipo di operazione è importante chiudere il climatizzatore, dall'apposito interruttore. Dopodiché si può procedere con il controllo delle griglie e dei filtri e con la pulizia del motore esterno dell’impianto. Se il climatizzatore viene utilizzato frequentemente, il filtro va pulito una volta al mese, per migliorare l’aria e diminuire i consumi. Una volta all'anno, il livello del liquido refrigerante va controllato da un professionista, in modo da mantenere l’apparecchio sempre al massimo dell’efficienza. Quindi, se il climatizzatore viene usato saltuariamente, è sufficiente la pulizia iniziale, cioè quella effettuata prima di accedere l’apparecchio. Altrimenti, è necessario smontare e controllare i filtri una volta al mese.

Come pulire il climatizzatore

Il filtro del climatizzatore si pulisce con acqua tiepida e con del sapone neutro e poi va fatto asciugare scrupolosamente prima di rimetterlo al suo posto. Quindi il consiglio è di asciugarlo prima con uno strofinaccio e poi finire l’asciugatura lasciandolo all'aria su un ripiano pulito. Per una corretta manutenzione del climatizzatore, va pulito anche il motore esterno. Infatti, si possono accumulare sporcizie e detriti, come foglie secche o polvere, sulle palette che deviano i flussi d’aria o in altre parti del climatizzatore. Si può spazzolare con una scopa e poi lavare con un panno umido e sapone. Se le grate sono parecchio sporche, si può usare anche l’aspirapolvere per liberarle.

Controllo del gas refrigerante

Questo intervento di manutenzione del climatizzatore è di estrema importanza. Infatti, con il passare del tempo il gas refrigerante tende a finire, perché fuoriesce dai tubi, pertanto deve essere tenuto sotto controllo: un climatizzatore con poco gas produce meno freddo e consuma più corrente. Questo controllo richiede una certa esperienza e manualità, rendendo necessario rivolgersi ad un professionista qualificato


Se ti serve un preventivo per la manutenzione del climatizzatore, trova il tuo professionista su Famforce: inserisci gratuitamente la tua richiesta, ed puoi ottenere fino a 5 preventivi in 48 ore.

Condividi l'articolo